Bonus energia e gas

Bonus energia

Con Decreto del 18/12/2007 del Ministero dello Sviluppo Economico, di concerto con gli altri ministri è stato istituito il bonus Energia che permetterà alle famiglie con determinate caratteristiche di ottenere “sconti” sulla bolletta dell’Energia Elettrica .

Possono accedere al bonus

  • cittadini italiani e stranieri purchè residenti nel comune e titolari di una fornitura di energia elettrica nell’abitazione di residenza con potenza impegnata fino a 3 KW, che abbiano un ISEE inferiore o uguale a euro 8107,50;
  • tutti i clienti domestici intestatari di una fornitura elettrica presso i quali vive un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita.

Documenti necessari per l’elaborazione del bonus

  • attestazione ISEE;
  • ultima fattura Ente erogatore dell’energia elettrica;
  • fotocopia del documento d’identità dell’intestatario dell’utenza.

N.B. Per il disagio fisico (non c’è limite ISEE) presentare l’iscrizione al P.E.S.S.E. e mod. C
o in alternativa certificazione dell’ASL attestante la necessità dell’utilizzo dell’apparecchiatura elettrica, mod. D.

Validità

Il bonus a favore delle famiglie in condizione di disagio economico ha validità 12 mesi e per ottenere un nuovo bonus il cittadino dovrà rinnovare la richiesta di ammissione.

Il bonus a favore delle famiglie in condizione di disagio fisico non ha termini di validità pertanto lo “sconto” sarà applicato senza interruzioni fino a quando sussiste la necessità di utilizzare apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.

Ogni nucleo famigliare può richiedere un bonus per una sola fornitura di energia elettrica che deve essere relativa all’abitazione di residenza del richiedente.

Variazione delle condizioni durante il periodo di godimento del bonus sociale

  • in caso di cambio di residenza, il cittadino dovrà recarsi presso il nuovo comune di residenza per effettuare di nuovo la domanda e il bonus sarà trasferito sulla nuova abitazione e sarà applicato fino alla scadenza originaria
  • in caso di variazione del numero dei componenti il nucleo familiare e/o dell’ISEE non rileva durante i dodici 12 mesi di godimento del bonus ma verrà considerato solo al momento del rinnovo della domanda di ammissione al bonus.

Modalità operative

  1. chiedere al CAF un attestazione ISEE in corso di validità;
  2. compilare e sottoscrivere , a seconda dei casi, il Modulo A ( “istanza per l’ammissione al regime di compensazione per la fornitura di energia elettrica”) e/o il Modulo B (“istanza per l’ammissione al regime di compensazione per la forniture di energia elettrica”) scaricabili sui seguenti siti www.autorita.energia.it, www.sgate.anci.it o disponibili anche presso i Comuni;
  3. chiedere all’ASL un’apposita certificazione, Modulo D , in caso di disagio fisico oppure compilare e sottoscrivere il Modulo C “Dichiarazione sostitutiva della certificazione ASL”;
  4. recarsi presso il proprio Comune di residenza, portando con se il modulo A o B compilato, una fotocopia del documento di identità, l’attestazione ISEE in caso di disagio economico , la certificazione ASL o il Modulo C in caso di disagio fisico e l’atto di delega e una fotocopia del documento di identità del delegato, in caso di presentazione tramite delega.

Bonus gas

Si tratta di una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e numerose. Il bonus è stato introdotto dal Governo e reso operativo dall’Autorità per l’energia, con la collaborazione dei Comuni. Il bonus vale esclusivamente per il gas metano distribuito a rete (e non per il gas in bombola o per il GPL), per i consumi nell’abitazione di residenza.

Possono accedere al bonus

  • tutti i clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale, se in presenza di un indicatore ISEE non superiore a 7.500 euro. Tale limite è esteso a 20.000 euro nel caso delle famiglie con almeno quattro figli a carico.

Documenti necessari per l’elaborazione del bonus

  • attestazione ISEE;
  • ultima fattura Ente erogatore del gas naturale intestato al richiedente se trattasi di fornitura individuale;
  • ultima fattura Ente erogatore del gas naturale intestato al condominio se trattasi di fornitura centralizzata;
  • fotocopia del documento d’identità dell’intestatario dell’utenza;
  • fattura Ente erogatore dell’energia elettrica (per cod. POD).