Presidente

 

Domenico Giacomantonio è il Presidente Provinciale delle Acli di Pavia. Lo ha deciso il Consiglio provinciale, eletto nell’ultimo congresso, che si è riunito il 31 marzo 2016 presso la sede delle Acli Provinciali, viale Cesare Battisti 142. Le ACLI operano da 70 anni per favorire la crescita e l’aggregazione dei diversi soggetti sociali e delle famiglie, attraverso la formazione, l’azione sociale e la promozione di servizi e realtà associative; sono presenti con le attività del Patronato, del Centro di Assistenza Fiscale e dell’Ente Acli di Istruzione Professionale.

Domenico Giacomantonio è nelle Acli dal 1962 ed ha ricoperto diversi incarichi, tra cui quello di Presidente del Circolo Acli di Pavia e quello di Presidente Regionale di AcliTerra. Laureato in Economia e Commercio all’Università degli Studi di Pavia, si è specializzato in Economia e Gestione d’Azienda all’Università Bocconi. La sua attività lavorativa si è svolta prevalentemente come Direttore Generale in Aziende medie e grandi sia pubbliche sia private.

Per la realizzazione degli impegni assunti in ambito congressuale, il Presidente ha dichiarato che il ruolo dei circoli è fondamentale: sono strumenti di radicamento nel territorio, luogo variegato e vitale di coesione sociale, un ambiente partecipato ove affrontare e vincere la paura del cambiamento. Porre il “Circolo” al centro del sistema significa impegnarsi non soltanto per rendere più viva e dinamica la società civile, ma anche per una maggiore presenza nel sociale, promuovendo l’associazionismo ed il volontariato.

È inoltre necessario un forte richiamo ai temi etici e alla ripresa di un cammino culturale, in sintonia con i mezzi di comunicazione e il mondo digitale. L’etica deve permeare anche la democrazia, a partire dall’interno, avendo come obiettivo un sistema maturo e pluralistico. C’è uno stile cristiano di vivere socialmente, con il rispetto della laicità dello Stato e del pluralità delle idee. Salvezza della democrazia in Italia e salvezza della Costituzione vanno di pari passo, perché nella Costituzione ci sono già tutti i valori nei quali come italiani ci identifichiamo: la dignità del lavoro, il primato della persona umana con i suoi diritti inviolabili all’uguaglianza, alla libertà, alla partecipazione.

L’impegno primario delle Acli rimane il mondo del lavoro, inteso come fondamento della dignità della persona. L’obiettivo può essere perseguito richiamando i temi della socialità, della solidarietà e del bene comune quali risorse da porre al centro della formazione e dell’aggiornamento, valorizzando sempre più i Servizi e le Imprese a finalità sociale.

Il Consiglio ha poi provveduto ad eleggere, su proposta del Presidente la nuova presidenza composta da: Celpa Pierangelo (delegato al Patronato), Citterio Antonietta (coordinamento donne), Civardi Giancarlo (delegato ai Servizi fiscali), Damiani Andrea (cooperazione), Damiani Pierfrancesco (formazione e lavoro), Monoli Maurizio (comunicazione e progetti speciali), Peruselli Francesco (organizzazione e tesseramento), Senna Carlo (amministrazione).